Festa d'Europa

 fotoIMG 20190509 WA0010Anche noi, allieve “salveminiane” del Liceo “V.Fornari” di Molfetta, insieme agli studenti delle altri Istituti Superiori ,nella Sala Consiliare della nostra città abbiamo partecipato alla “Festa d’Europa”. Il D.S. prof. Lafasciano ha presentato i relatori dell’incontro  a cominciare dal dott. L. Balacco che ha illustrato le varie iniziative formative e lavorative relative ai progetti Erasmus per la mobilità giovanile; di seguito la prof.ssa M. Lonigro ha parlato del Twinning, che nasce nel 2005, per promuovere il lavoro collaborativo a distanza, utilizzando, quindi, la competenza digitale . La prof.ssa de Fazio ha evidenziato che l’idea dell’Europa unita nasce da un’esigenza di pace: grazie al Manifesto scritto a Ventotene da E. Rossi, E. Colorni e A. Spinelli, durante la II guerra mondiale,si diffonde il sogno del federalismo europeo, sostenuto con grande impegno e tenacia anche dalle “madri” d’ Europa come Ada Rossi (moglie di Ernesto Rossi), Ursula Hirschmann (moglie di Colorni e poi di Spinelli) e altre ancora.
Teniamo presente che oggi nel Parlamento europeo il numero delle donne è nettamente inferiore a quello degli uomini, per cui è giusto incrementare il primo. Inoltre, due studenti, portavoci della esperienza formativa fatta a marzo presso la Scuola d’Europa di Ventotene, insieme a giovani di altre nazionalità, hanno esposto il risultato delle ricerche e degli studi effettuati sul campo: hanno redatto un decalogo o meglio dieci richieste di carattere socio-ambientale dirette alle Istituzioni, per preservarci il futuro. Infine abbiamo seguito con grande attenzione il discorso di Panizzi che subito ci ha informato della scelta della data per la festa dell’Europa: il 9 maggio del 1950 fu firmata la Dichiarazione Schumann, ministro degli Esteri francese, che proponeva la creazione della Comunità Europea del carbone e dell’acciaio. Panizzi ha continuato con un “excursus” storico sulle varie organizzazioni politico-economiche che hanno portato all’ Europa odierna e, in ultimo, con grande grinta e determinazione ha incitato noi giovani (così come aveva scritto anche G. Salvemini) a istruirci, ad informarci e attivarci, sempre convinti di operare in piena libertà per la pace. 

Le salveminiane della VBsu e VCsu (Liceo “Fornari”-Molfetta)

L'Orchestra del Fornari al Gef Sanremo 2019

liceo 2 trCosa c’entrano Ed Sheeran e un lavapanni di legno? E come associare la popstar australiana Sia alla raganella, strumento popolare tipico del nostro Meridione? O cosa unirebbe il cantante libanese Mika alla chitarra battente, una chitarra particolarmente diffusa nell’area garganica? Ad unire mondi musicali così distanti ci hanno pensato i ragazzi dell’orchestra del “Vito Fornari” con “Stompu!”, un brano inedito in cui citazioni del pop internazionale si sono amalgamate ai ritmi e ai colori della musica popolare meridionale.
Il brano è stato selezionato per la 21a edizione del GEF (Global Educational Festival), uno dei più importanti e prestigiosi festival studenteschi internazionali. L’orchestra ha avuto così la possibilità di esibirsi sul palco del Teatro Ariston di Sanremo davanti ad un pubblico numeroso e ad una giuria qualificata. I ragazzi hanno subito coinvolto il pubblico in sala che più volte li ha applauditi durante la loro esecuzione.
È stata un’esperienza davvero emozionante per tutti i nostri giovani musicisti, che hanno avuto modo di confrontarsi con scuole provenienti da ben 22 nazioni diverse: Argentina, Armenia, Australia, Repubblica Ceca, Francia, Kazakistan, Macedonia, Malta, Moldova, Principato di Monaco, Rep. di Panama, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Repubblica del Sudafricana, Spagna, Tanzania, Ucraina, U.S.A e naturalmente Italia.
E non meno coinvolgente è stato l’esibirsi in uno dei tempi sacri della musica italiana, assaporando almeno parzialmente le atmosfere sanremesi che tutti noi conosciamo attraverso la kermesse televisiva.
Ecco quindi i musicisti che vi hanno partecipato: Emma Modugno al pianoforte, Giulia Salvemini al violoncello, Nives Rucci e Serena Sasso ai violini, Chiara Duzioni al clarinetto in sib, Claudia Gadaleta al flauto traverso, Davide Femiano, Kledi Rizzi e Maria Ferrareis alle chitarre, Stefanoandrea Balzano, Ornella Bellifemmine, Vittoria D’Agostino e Gabriella Marzocca alle voci.

IL VIDEO

Progetto “Gaetano Salvemini e i giovani” (edizione 2019) “La democrazia”



Venerdì 3 maggio 2019—Giornata di studi sulla “democrazia” presso la Cittadella degli Artisti di Molfetta.

IMG 20190503 WA0024Successo e consenso con la nuova “formula” organizzativa applicata al Progetto di rete degli Istituti superiori di Molfetta (e non solo) “Gaetano Salvemini e i giovani”, giunto alla sesta edizione. Eliminando la competizione determinata dal “Concorso” delle precedenti edizioni, la “giornata salveminiana” si è svolta in un clima sereno e collaborativo. Dopo la presentazione del Progetto da parte della prof.ssa Maddalena de Fazio e della D.s. Margherita Bufi, è intervenuta la prof.ssa Cosima Nassisi dell’ Università del Salento che ha raccontato dove e quando è nato il suo interesse per G. Salvemini: nel ’72,studiando la “questione meridionale” fu colpita da alcuni scritti di Salvemini che scriveva la parola “maestro” con la “m” maiuscola, sottolineando così l’ importanza e il ruolo di “guida” che ogni docente assume nel formare le coscienze dei giovani. Dopodichè ogni gruppo, formato da studenti appartenenti ad Istituti diversi, ha presentato il proprio lavoro, frutto di attività laboratoriali svolte in precedenti incontri, guidati da qualificati esperti esterni e dalle docenti d’Istituto referenti del Progetto. Si tratta di “prodotti” legati alla realtà sociale attuale e soprattutto al nostro modo di vivere in democrazia:

1° gruppo: democrazia e totalitarismo—Power-point, lettura e spiegazione di alcune frasi salveminiane
2° gruppo::istituzioni democratiche—rete della comunicazione con l’utilizzo di un gomitolo colorato
3° gruppo: storia della democrazia—simulazione di un “debate” tra “libertà e partecipazione”
4° gruppo: forme di democrazia—simulazione di un’assemblea di classe
5° gruppo:cittadinanza attiva e partecipazione—simulazione di un dibattito sull’alternanza scuola –lavoro

Il gruppo di studenti provenienti dal Liceo ”Salvemini” di Alessano(LE)ha presentato un filmato significativo sul comportamento spesso scorretto di alunni che durante la lezione non rispettano i docenti.
In seguito, oltre ad un piacevole intervallo musicale, l’ intervento della prof.ssa Liliana Gadaleta Minervini che ha conosciuto Salvemini ha catturato l’attenzione di tutti i presenti, raccontando alcuni aneddoti legati alla sua vita e al periodo fascista.
La manifestazione è terminata con la costruzione di un muro fatto di scatoloni colorati (anche per questa attività siamo stati guidati da un esperto) sui quali ogni studente ha scritto il proprio pensiero sulla democrazia: ci siamo sentiti protagonisti e costruttori di democrazia. In realtà, questo progetto ha favorito la conoscenza di alcuni concetti socio-politici piuttosto complessi attraverso una modalità di apprendimento coinvolgente, sviluppando il nostro senso critico, potenziato da un utile confronto tra giovani e adulti. Ecco perché riteniamo, come suggerisce Salvemini, che i giovani non vanno delusi ma guidati e, se siamo chiamati a cambiare la storia, dobbiamo prima conoscerla, prepararci alla vita civile e progettare il futuro.

Abbattista F - Spadavecchia D. - Spedicato S. - Altomare M.E.



 

Dal disagio alla criminalità

dal disagio

Il Borghese Gentiluomo

Rappresentazione teatro fornari

Grande successo del Liceo Fornari all’Anfiteatro della Parrocchia Madonna della Rosa per la rappresentazione teatrale “Il Borghese Gentiluomo”, prodotto finale del progetto PON “L'Europa a teatro” finalizzato al potenziamento delle competenze linguistiche. Gli alunni hanno divertito il pubblico presente recitando nelle diverse lingue straniere oggetto di studio, la cui comprensione è stata facilitata da gesti e suoni che, liberandosi dai limiti della parola, hanno trasmesso una molteplicità di emozioni. Lo spettacolo, ispirato alla celebre commedia di Molière, è stato accompagnato dalle musiche interpretate dal bravissimo gruppo musicale del Liceo Fornari.

Video Concorso Poesia Haiku 2018

copertina haiku

Inserisci l'indirizzo email associato al tuo account. Il nome utente ti verrà inviato via email.

Schermata 2017 12 16 alle 07.30.38

Piano triennale Animatore digitale

Home team digitale

Gli Ofantini preistorici

canosa ppt

Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza

piano triennale prevenzione USR

banner iscrizioniOnline 17 18

LIBRI

ORARIO DELLE LEZIONI

orario lezioni

 

IN VIGORE DA LUNEDI' 5 NOVEMBRE

 BACHECA ORIENTAMENTO IN USCITA

bacheca uscita

 BACHECA ORIENTAMENTO IN INGRESSO

bacheca2

PDM 1

inclusione

Schermata 2017 09 05 alle 01.09.20

Progetto Salvemini 2018-19

Attestato di Istituto Scolastico "dislessia amica"

attestato dislessia amica

Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne

DSC 1173 copia

foto treno memoria 2018

Progetto "Salvemini e i giovani" 2018 - Conclusioni

loc salvemini modificata

Lettere da Auschwitz

Copert trenomemoria

Concorso Salvemini - edizione 2018

Diario dai luoghi della memoria

treno memoria 2018

clicca sulla foto per leggere il diario

Go to top